E’ partita la campagna di crowdfunfing per sostenere Piedelibero, un bellissimo progetto promosso dalla cooperativa Ulisse, cooperativa sociale di tipo B di Firenze che si occupa dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa di persone in condizione di svantaggio, con particolare attenzione all’area del disagio psichico.
Da oltre quindici anni, tra le varie attività di cui si occupa, lavora all’interno del carcere di Sollicciano, in particolare con un progetto di riciclo di biciclette attraverso il recupero di persone. I rottami abbandonati e rimossi che non vengono reclamati vengono periodicamente donati alla cooperativa, che li restaura nel carcere di Sollicciano grazie al lavoro di detenuti regolarmente assunti. Le biciclette riparate vengono poi settimanalmente rivendute a prezzi modici.
Nel 2013 la cooperativa vara il progetto Piedelibero: che prevede, oltre all’assemblaggio di bici con pezzi usati, anche la creazione di modelli assemblati con pezzi nuovi a fantasia dei detenuti e, soprattutto, il tipo cosiddetto Piedelibero3, cioè una bici che nasce con pezzi nuovi e colorati intorno a un telaio ex rottame interamente rigenerato.

Piedelibero non è più solo bicilette, ma è già brand, tanto da siglare una linea di felpe, t-shirts e shoppers, e si propone di diventare un contenitore, all’interno del quale si identificheranno prodotti diversi tra loro provenienti dal mondo del carcere con il comune obiettivo di favorire il riavviamento al lavoro dei detenuti.

Adesso Piedelibero si affaccia al crowdfunding sulla piattaforma Eppela  per reperire diecimila euro per assumere un altro detenuto nell’officina del carcere.
La sfida non è impossibile. Nastro Azzurro, main sponsor del Wired Next Fest, all’interno del quale il crowdfunding verrà presentato al grande pubblico, è disposto a dare una cospicua mano. Purché raggiungiamo almeno il 50% del nostro obiettivo.
Aiutiamo il progetto: per ogni donazione è stata disposta una ricompensa corrispondente, qualora il progetto vada a buon fine.

Clicca qui per aderire alla campagna.

Una persona recuperata attraverso il lavoro creativo è un doppio valore aggiunto per l’intera comunità.

Recent Posts
Contattaci

Start typing and press Enter to search