A Barberino Tavarnelle la street art per riqualificare il parcheggio sotterraneo

Una figura umana che, salendo idealmente le scale del parcheggio, ne traina un’altra i un rapporto di aiuto e complicità. Due figure umane simili esteticamente, ma diversi nella condizione esistenziale. Questo rappresenta l’opera del giovane artista Sebastiano Vogel, in arte Foggy, dipinta direttamente sul muro in un progetto di riqualificazione urbana promosso dagli Educatori di strada di Coop21 cooperativa sociale con il patrocinio dell’Unione comunale del Chianti fiorentino.
Per Foggy, l’autore del murales che da qualche giorno adorna e qualifica lo spazio di una parete all’interno dell’area di sosta sottostante piazza Matteotti,: “L’interpretazione è aperta e libera, ognuno può scorgervi ciò che vuole, per me è simbolo di fratellanza e solidarietà, valori cui dovremmo tendere tutti”.

Foggy, continua lo studente diciassettenne di Tavarnelle Val di Pesa: “l’interpretazione è aperta e libera – dichiara lo studente – ognuno può scorgervi ciò che vuole, il tema della relazione tra genitori e figli, le questioni relative ai cambiamenti climatici, la necessità di un risveglio e di una consapevolezza che porti il mondo a tutelare maggiormente il pianeta, la ricerca della felicità e del benessere etico e morale”.

Il lavoro del diciassettenne nasce dalla collaborazione e da questo specifico progetto avviato nel 2021 dagli operatori di strada Coop21 e dall’Unione comunale del Chianti fiorentino. Le attività per riqualificare il parcheggio sono state realizzate nell’ambito del progetto di Educativa di Strada svolto da Coop21 nei territori dei Comuni di Barberino Tavarnelle, San Casciano in Val di Pesa e Greve in Chianti.

Ecco una breve intervista rilasciata dall’autore:

Sono Foggy, un giovane artista di 17 anni, residente a Tavarnelle Val di Pesa, frequento il liceo artistico di Porta Romana a Firenze, dove ho acquisito tecniche di disegno e mi ha aiutato ad incrementare le capacità che già avevo. Disegno ogni giorno da quando sono piccolissimo.
L’dea è nata grazie alla collaborazione con gli operatori di strada nel 2021, ci siamo organizzati per avere i permessi e un bozzetto da realizzare sul muro. A fine Giugno ci è stata concessa questa opportunità.
Quando ho realizzato il bozzetto per questo murales il significato che gli avevo dato io era quello di un rapporto di amicizia, in cui uno dei due ha bisogno di aiuto e l’altro deve cercare di portarlo di nuovo alla felicità e al benessere.
Il mio obbiettivo non è quello di rendere l’interpretazione unica per tutti, anzi, deve essere un interpretazione soggettiva in cui ognuno ci puo vedere argomenti differenti, per poter risvegliare emozioni e riflessioni personali.
Voglio ringraziare nuovamente Matteo e Giulia per avermi dato questa fantastica occasione e il comune di Barberino Tavarnelle per lo spazio a disposizione. Era un po’ di tempo che avrei voluto fare una cosa del genere e grazie a voi ci sono riuscito, spero che ci siano altre occasioni in futuro per dipingere o magari fare un progetto a Tavarnelle dove poter mostrare questo modo di dar vita alle nostre idee.

Il progetto per riqualificare il parcheggio attraverso il coinvolgimento della popolazione giovanile, è uno dei tanti progetti che gli Educatori di strada hanno organizzato quest’anno utilizzando la metodologia dello sviluppo di comunità per dare voce a quella parte della cittadinanza che trova difficoltà a far emergere le proprie istanze attraverso i canali ufficiali. La street art, le arti performative, l’Hip Hop, sono canali di comunicazione attraverso i quali le ragazze e i ragazzi del territorio possono esprimersi per manifestare una condizione di disagio, dovuto non solo alla pandemia che gli adolescenti hanno pagato a caro prezzo.

Altri articoli sull’iniziativa:

riqualificare il parcheggioriqualificare il parcheggioriqualificare il parcheggio

Post recenti
Contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

RePAck-LLAIO